Integrazione

Integrazione

L’integrazione dei migranti e dei lavoratori qualificati stranieri costituisce spesso una sfida per i diretti interessati come anche per le istituzioni sanitarie. I collaboratori devono poter avere una comprensione condivisa della struttura, del funzionamento e della cultura dell’istituzione ed essere in grado di comunicare efficacemente con i colleghi, in modo da offrire prestazioni sanitarie di qualità. Per trasformare la sfida dell’integrazione in un’opportunità, è necessario valutare e attivare le capacità specifiche, l’esperienza, le competenze e i talenti di tutti i collaboratori. In tal modo, le istituzioni forniscono loro una base per sviluppare tutto il loro potenziale.

Vi sono diverse strategie che possono essere utilizzate dalle istituzioni sanitarie per promuovere l’integrazione dei lavoratori stranieri e contribuire a condividere valori e pratiche lavorative tra il personale. Tra queste vi sono ad esempio corsi di lingue, programmi di formazione alla diversità, sessioni d’informazione e attività sociali.

La formazione alla diversità intende promuovere il lavoro di squadra e il rispetto tra colleghi nonché prevenire comportamenti offensivi e rivalità involontarie. Gli argomenti del programma possono trattare la diversità come un’opportunità per l’istituzione e i suoi gruppi o anche come sfida rispetto a comportamenti discriminatori sul posto di lavoro. I corsi di lingua locale per medici, infermieri o altri professionisti di madrelingua straniera sono fondamentali per promuovere la comunicazione tra i collaboratori e con i pazienti. Le attività sociali volte all’integrazione possono prevedere eventi per rafforzare la coesione di gruppo, programmi di affiancamento formativo, attività sportive e culturali.